Una escort ha obiettivi diversi dalla prostituta

Oggi ci soffermiamo sulla questione escort vs. prostituta, cercando di cogliere alla lente di ingrandimento le differenze che portano a tale definizione.
Voglio introdurre l’argomento di oggi con una frase che può farci capire che non sempre siamo noi che scegliamo ma alle volte siamo scelti e spetta a noi identificarci:

“La vita è composta da occasioni o situazioni che non sempre sono percepite nel modo corretto, da qui occorre essere abbastanza intelligenti da riuscire a distinguere non le apparenze, ma cosa essere: escort o prostituta.”

Una prostituta:
Solitamente si trova sul ciglio di una strada, accetto ogni tipo e genere di cliente, si prostituisce perché non ha trovato di meglio o non è in grado di dare di meglio.

“Vuole guadagnare per sopravvivere.”

Una escort:
L’escort ha obiettivi diversi dalla prostituta, vuole soldi e potere, decide di fare la escort come una opzione professionale e quindi per scelta non per necessità.
L’escort ha come obiettivo diventare ricca, ama il lusso, la bella vita, una casa comoda, diamanti, oro, auto che la rappresentino, frequenta ristoranti alla moda, negozi di lusso e SPA, spesso partecipa a eventi mondani e frequenta personaggi dello spettacolo manager e politici.

“Vuole guadagnare il più possibile per vivere nella ricchezza.”

Escort vs prostituta

E’ vero che una escort è una prostituta, entrambe vendono il proprio corpo per soldi. La merce è la stessa, cambia la vetrina.

“Per intenderci è come andare a fare shopping ai quartieri spagnoli o a via condotti.”

I clienti delle escort sono principalmente persone facoltose, un target medio alto che può arrivare fino a principi arabi miliardari. Una escort può essere pagata fino a 2000 euro al giorno, viaggia spesso per un giorno, un fine settimana fino ad arrivare a trasferte che possono durare mesi. Gli uomini che vanno con le escort sono giovani, e maturi, comunque persone distinte. Il requisito necessario per una escort è la normalità. Gli uomini facoltosi non cercano modelle magre e slanciate, preferiscono la tipica donna di casa con un po’ di forme.
Una prostituta si incontra sul ciglio della strada, le chiamano signorine, vicino al fuoco acceso ad esercitare il mestiere più antico del mondo. I clienti delle prostitute sono squattrinati, vogliono pagare poco e vogliono anche tutto. Le prostitute frequentano strade buie fra mille pericoli. Per questo hanno qualcuno che le protegge, alcuni li chiamano protettori, altri li chiamano papponi. Lavorano per sopravvivere, per pagare l’affitto e mangiare.

About the author

EcoToys.it

View all posts